Kpi: come si valuta la performance

CREDI SEMPRE DI POTER MIGLIORARE

Kpi: come si valuta la performance

25 maggio 2018 BUSINESS COACHING FORMAZIONE TEAM 0

 

Questa sigla sta per Key Performance Indicator, sono gli indicatori chiave di prestazione e all’interno dell’azienda sono fondamentali, poiché permettono di verificare se gli obiettivi prefissati di business e marketing sono raggiunti.
Un’impresa performante è quella che riesce efficacemente a raggiungere i suoi obiettivi.

Le tre e della performance.

  • EFFICACIA: capacità di conseguire gli obiettivi prestabiliti.
  • EFFICIENZA: attitudine a massimizzare il rapporto tra input e output.
  • ECONOMICITA’: capacità di ottenere informazioni d’input a condizioni favorevoli.

Nel loro insieme devono quantificare il valore dell’output del processo per il cliente.
Quando in una strategia di cambiamento organizzativo, vengono definiti i progetti e gli obiettivi da raggiungere, contemporaneamente vengono definiti i KPI

Come costruire i KPI

  1. Definire obiettivi economico finanziari
  2. Individuare i fattori critici di successo: insieme di attività in cui l’azienda deve eccellere per raggiungere i risultati economici- finanziari.
  3. Individuare i legami causa- effetto: relazione causa-effetto tra indicatori di performance e quelli di risultato.
  4. Definire gli indicatori di risultato e di performance: la misura dei rendimenti può essere rappresentata da misure monetarie e quantitative.

 

I KPI sostanzialmente rispondono alla domanda: l’azienda sta progredendo?

Non solo, infatti, permettono di misurare i fenomeni aziendali nel tempo, ma anche di pianificare e programmare le attività aziendali, misurare i gap tra obiettivi attesi e risultati ottenuti, e intraprendere azioni per correggere i gap tempestivamente.
Se vogliamo sapere se la nostra organizzazione è realmente efficace nel soddisfare le esigenze di mercato, utilizzo di risorse, se il personale sia adatto a svolgere il suo compito, se è motivato, bisogna creare degli indicatori di performance. Non è migliorabile ciò che non è misurabile.

I KPI devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • essere quantificabili: devono essere presentati sotto forma di numeri.
  • Praticità: s’integrano bene con gli attuali processi aziendali.
  • Direzionalità: contribuiscono a determinare se una società sta migliorando.
  • Operatività: possono essere messi in relazione al contesto pratico per misurare un cambiamento effettivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti